Il dramma di Blanche Monnier

Immagine correlata

Blanche Monnier, classe 1849, è la protagonista di un tristissimo quanto inquietante dramma domestico avvenuto verso la seconda metà del XIX secolo. Blanche era una ragazza dell’alta borghesia francese, scomparsa all’età di 25 anni. Fu ritrovata dopo un quarto di secolo, il 23 maggio 1901, rinchiusa nella cantina della casa di famiglia. Fu rinchiusa dalla madre e dal fratello a causa di un matrimonio con un uomo non degno di entrare a far parte della famiglia, a detta dei due aguzzini. Quando la polizia la liberò la trovò in una condizione terribile, circondata dalla sporcizia, compreso i suoi stessi escrementi. Il suo corpo era nudo, terribilmente emaciato. La ragazza era molto spaventata: non aveva visto la luce del sole per 25 anni. In ospedale, gli infermieri notarono che Blanche provò un grande piacere ad essere lavata e per essere in grado di respirare aria pulita. La donna morì 13 anni dopo in un ospedale psichiatrico. Nonostante riuscì a recuperare un po’ di peso, mai poté recuperare quella stabilità mentale che quei terribili anni di reclusione avevano gettato nell’oblio.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp