Il mondiale di calcio 2006

9 luglio 2006. Italia campione del mondo.
“È finita, è finita, è finita, è finita… il cielo è azzurro sopra Berlino! Siamo Campioni del Mondo”
La finale dei mondiali di calcio 2006, svoltasi all’Olympiastadion di Berlino, vide la nazionale italiana battere quella francese ai rigori. Era la seconda volta in assoluto che il titolo mondiale veniva assegnato dopo i calci di rigore.
La partita cominciò a favore della Francia. L’arbitro argentino Elizondo concedette un rigore per un intervento di Materazzi su Florent Malouda. La Francia passò in vantaggio al 7º minuto su calcio di rigore battuto da Zinédine Zidane. L’Italia reagì prontamente pareggiando al 19º con un gol di Marco Materazzi su calcio d’angolo (il suo secondo gol su calcio d’angolo nel mondiale) battuto da Andrea Pirlo.


Nonostante alcune buone azioni, gli azzurri si chiusero in difesa, lasciando spazio alle giocate della squadra avversaria; i francesi però non riuscirono a superare la ben schierata difesa italiana. Nei tempi supplementari le squadre riproposero la stessa tattica, con la Francia impegnata ad attaccare e l’Italia chiusa nel classico catenaccio insuperabile. La svolta arrivò al 111º quando Zinédine Zidane colpì al petto Materazzi con una testata e da cui conseguì il cartellino rosso per il giocatore francese. Nonostante la superiorità numerica, l’Italia non si impose mantenendo il risultato sull’ 1 a 1.
L’Italia realizzò poi quattro rigori (Pirlo, Daniele De Rossi, Marco Materazzi e Alessandro Del Piero), la Francia tre (Sylvain Wiltord, Éric Abidal e Willy Sagnol), mentre il secondo venne sbagliato da David Trezeguet che colpì la traversa. Infine Fabio Grosso mandò a segno il rigore del definitivo 5-3, consegnando all’Italia il quarto titolo mondiale dopo quelli del 1934, del 1938 e del 1982.

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp