Elephant’s foot

La foto che vedete è una delle più pericolose mai scattate e rappresenta l’ “elephant’s foot”, ovvero una massa radioattiva proveniente dal disastro nucleare di Chernobyl. Questi sono gli effetti: dopo solo 30 secondi di esposizione,vertigini e stanchezza saranno i sintomi riscontrabili circa una settimana più tardi. Dopo due minuti di esposizione, i vasi sanguigni si romperanno, dando il via a una pericolosa emorragia interna; con quattro minuti di esposizione: vomito, diarrea e febbre. Con 300 secondi di esposizione a questa massa nucleare, si riduce la propria vita ad appena due giorni.
Lo scatto venne scattata nel 1996, dieci anni dopo la catastrofe proprio per limitare i danni che la massa radioattiva provocava sul corpo umano.
Il soggetto ritratto è Artur Korneev, vice direttore di Shelter, mentre il fotografo è sconosciuto.
L’immagine dello scatto è disturbata e granulosa proprio a causa delle radiazioni impresse nella pellicola.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp