Una delle prime fotografie di Chernobyl

Una delle primissime fotografie della centrale nucleare di Chernobyl dopo l’incidente del 26 aprile 1986.Lo scatto venne realizzato da Igor Kostin quattordici ore dopo l’esplosione. La qualità dell’immagine è molto bassa a causa della nube di materiale radioattivo che fuoriuscì dal reattore nº 4.All’epoca l’autore lavorava a Kyiv e riuscì a recarsi sul luogo grazie ad un amico elicotterista che era stato chiamato a sorvolare la centrale nucleare per monitorare l’incendio in corso.

Kostin descriverà l’esperienza nel suo libro: “Niente lascia supporre che vi sia stato un incidente, a parte una fumata bianca, quasi traslucida. (…) Apro l’oblò, come faccio sempre per evitare i riflessi. Una forte ventata d’aria calda riempie la cabina dell’elicottero. Subito mi viene voglia di raschiarmi la gola. E’ una sensazione nuova e strana. Faccio fatica ad inghiottire la saliva. Scatto le prime foto. D’improvviso l’apparecchio si blocca. Premo forte sullo scatto, ma niente! (…) A Kyiv, allo sviluppo, la pellicola sembra coperta di uno strato opaco. Quasi tutti i negativi sono completamente neri. Come se l’apparecchio fosse stato aperto e la pellicola esposta alla luce. Allora non avevo capito, ora so che è dovuto alla radioattività. (…) Armeggiando con la pellicola, finisco per ottenere una copia accettabile che spedisco a Mosca”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp