La scoperta del tesoro di Tutankhamon

ACCADDE OGGI: 26 novembre 1922. Howard Carter entra per la prima volta nella tomba del faraone Tutankhamon dopo 3.000 anni.
“Vedo cose meravigliose.” Queste furono le parole dell’archeologo Howard Carter quando vide per la prima volta l’interno della tomba. Dopo anni di ricerca e di duro lavoro, la sua fatica fu ricompensata con la scoperta più sensazionale della egittologia e una delle più rilevanti e suggestive dell’archeologia mondiale,
L’importanza della scoperta risiede, prima di tutto, nel fatto che si tratta di una delle poche sepolture dell’antico Egitto pervenutaci quasi intatta, l’unica di un sovrano e, conseguentemente, tra tutte quelle note, la più ricca.
« Diedi l’ordine. Fra il profondo silenzio, la pesante lastra si sollevò. La luce brillò nel sarcofago. Ci sfuggì dalle labbra un grido di meraviglia, tanto splendida era la vista che si presentò ai nostri occhi: l’effige d’oro del giovane re fanciullo. »(Howard Carter, 1924)
Nella foto, i sigilli intatti della tomba del faraone.

 
 
 
 
 
 
 

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp