Elisabetta II. Una vita al servizio del suo popolo

96 anni.

70 anni spesi come Regina.

Una guerra mondiale.

Quattro figli.

Un regno da governare.

Un numero indefinito di scandali da cui ne è uscita sempre da vincente.

Questo è molto di più era la Regina Elisabetta II.

Elizabeth Alexandra Mary nasce a Londra il 21 aprile 1926. Non nasce erede al trono in quanto suo padre, il Principe Albert, è solo il secondo in linea di successione dopo il fratello Edward.

La piccola Lilibet (così chiamata affettuosamente in famiglia) cresce quindi serena e lontana dalle incombenze reali insieme ai genitori e alla sorella Margaret a cui sarà sempre legatissima.

E’ il 12 maggio 1937 quando il padre di Elisabetta viene incoronato Re rendendo la piccola la nuova erede al trono. La svolta la causa il fratello di Albert, che preferisce abdicare piuttosto di rinunciare all’amore di Wallis Simpson.

Allo scoppio della Seconda Guerra Mondiale, anche Elisabetta vuole rendere servizio al suo paese per cui inizia il suo addestramento nell’Auxiliary Territorial Service come autista e meccanico.

“Io dichiaro davanti a voi tutti che tutta la mia vita, sia essa lunga o breve, sarà dedicata al vostro servizio e al servizio della nostra grande famiglia imperiale a cui tutti apparteniamo.”

Indimenticabile il discorso di Elisabetta che appena 21enne dichiara la sua intenzione di servire la Nazione fino alla fine. E’ il 1947 ed la futura Regina non sa che la promessa la porterà a regnare per oltre 70 anni.

Il 20 novembre 1947, la Principessa Elisabetta corona il suo sogno d’amore con il Principe Filippo di Edimburgo. Non è un matrimonio facile a causa della posizione di lei e delle ambizioni di lui, ma funzionerà fino alla scomparsa del Principe, che sarà sempre al fianco di Elisabetta e suo principale sostenitore.

Il 14 novembre 1948 la coppia da alla luce il loro primo figlio, il Principe Carlo.

Dopo alcuni anni felici, un ombra oscura la vita di Elisabetta.

L’adorato padre infatti muore di cancro lasciandole il peso della corona sul capo.

E’ il 1952 ed Elisabetta si trova in Kenya in un viaggio istituzionale. Viene informata da Filippo della tragica notizia. Quando le viene chiesto che nome desideri adottare ora che è la nuova sovrana, Elisabetta non ha dubbi: manterrà il suo nome.

Celebri le fotografie che la immortalano al suo rientro in patria. La Regina, che non ha che 26 anni, è vestita a lutto e ai piedi della scaletta dell’aereo la aspetta Winston Churchill.

Nonostante sia Regina da un anno, Elisabetta viene incoronata solo il 2 giugno 1953. Filippo vuole che la cerimonia sia ripresa in televisione per la prima volta nella storia.

Nel corso del suo regno, la Regina Elisabetta ha compiuto più di 90 viaggi istituzionali, senza contare tutti quelli interni al territorio britannico. Elisabetta era già stata in America, ma il suo primo viaggio negli Stati Uniti come regina, è quello del 1957. Ad accoglierla ci sono il presidente Dwight D. Eisenhower e la first lady.

Nel corso dei suoi 70 anni di regno la Regina incontrerà tutti i presidenti americani ad eccezione di Lyndon B. Johnson. Ad oggi, con Biden, ne ha incontrati 13.

Nel 1957 Elisabetta rompe un altro schema! Diventa infatti la prima monarca britannica (e finora l’unica) ad entrare nelle case dei suoi sudditi per i tradizionali auguri di Natale. Grazie alla televisione infatti, la Regina può registrare un messaggio che viene trasmesso a tutti gli inglesi.

Il 21 ottobre 1966, alle 9.15 del mattino, gli abitanti del villaggio di Aberfan, nel Galles meridionale, vengono travolti da una frana che uccide 144 persone, di cui 116 bambini. Il disastro avvenuto nel villaggio di minatori è un momento importante per la Regina per due ragioni. La prima è la polemica che si scatena quando Elisabetta II visita Aberfan solo 8 giorni dopo l’avvenimento. Un ritardo che porta i detrattori della Regina a criticarla duramente e a farlo definire dalla stessa Elisabetta, secondo parole del suo segretario privato, “il suo più grande rimpianto”, per aver mancato in quell’occasione ai suoi doveri di sovrana. La frana di Aberfan però ricorda anche la prima volta in cui Elisabetta si scompone in pubblico mostrandosi commossa.

Nel 1981 c’è una grande festa! L’erede al trono Carlo si è finalmente sposato con la giovanissima Lady Diana Spencer. Sarà un matrimonio molto infelice, ma la Regina ancora non lo sa e approva la sposa, che ammalia il popolo inglese.

Nel 1992, la Regina vive quello che definirà un Annus Horribilis: le separazioni di Carlo e Diana e del principe Andrea e Sarah Ferguson, l’uscita della biografia della principessa Diana nello scandalosissimo libro di Andrew Morton e infine il terribile incendio del Castello di Windsor.

Il 31 agosto 1997 muore improvvisamente Lady Diana, lasciando il popolo inglese in uno stato di dolore senza precedenti. La Regina è a Balmoral e tarda a rientrare a Londra facendo infuriare gli inglesi. Quando arriva però, le sue parole sono di conforto e consolazione, da nonna. Quando esce tra la gente, una bambina le lascia un mazzo di fiori: “Vuoi che lo depositi io per te?” le chiede la Regina, ma la piccola le risponde “No Maestà, sono per lei”.

Iconico anche il suo gesto al passaggio del feretro di Lady Di. La Regina china il capo in segno di rispetto. Secondo il cerimoniale, infatti, la Regina non deve piegare il capo di fronte a persone che siano di rango inferiore.

Anche il 2002 è un anno difficile per la Regina. La Principessa Margaret, sorella amatissima, muore il 9 febbraio 2002 e la Regina Madre, grandissimo sostengo durante gli anni di regno di Elisabetta, si spegne il 30 marzo, a poco più di un mese di distanza dalla seconda figlia.

Per Elisabetta sono due colpi durissimi e, con loro, perde i legami con quell’adorato nido famigliare che aveva caratterizzato la sua infanzia.

Il 2002 è anche un anno di grandi festeggiamenti! La Regina festeggia infatti il Golden Jubilee e 50 anni di regno.

Indimenticabile la partecipazione della Regina durante la cerimonia di apertura delle Olimpiadi di Londra del 2012. Scortata da James Bond (Daniel Craig) sua maestà si lancia da un elicottero e si ripresenta sul palco, acclamata da un’ovazione del suo popolo. Ovviamente a lanciarsi è una controfigura, ma per la prima volta Elisabetta si presta ad uno sketch umoristico e coinvolgente.

Il 17 aprile 2021, muore il principe Filippo, compagno di una vita al fianco di Elisabetta. La Regina, seppur composta e apparentemente impassibile come sempre, appare però per la prima volta sola e piegata dagli anni.

Il 2022 è un anno di grandi festeggiamenti! La Regina raggiunge infatti i 70 anni di regno, sempre passati al servizio del suo popolo. Sono festeggiamenti eccezionali ed Elisabetta appare splendida, seppur un poco affaticata dall’età.

 

 

 

 

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp